STUDENTI PER

Per la Cgil, per il Pd… e per gli studenti?

Questa storia, come direbbe Carlo Lucarelli, è una brutta storia. Una storia di oscure trame e stanze dei bottoni. Una storia di tradimenti e colpi di scena.

Studenti Per è nata nel 2007, dalle ceneri di Articolo 34, il braccio universitario degli allora Democratici di Sinistra. Alla struttura giovanile dei DS e poi del Partito Democratico, in pratica, si unirono alcuni studenti legati alla CGIL, che divenne il nuovo padrino dell’associazione, che iniziò a presentarsi come «Studenti Per-sindacato studentesco».

Ma non c’era già a Padova, Il Sindacato degli Studenti? Perché questa repentino cambio di pelle da giovani di partito a sedicente «sindacato»? Qual è la differenza?

La differenza si è capita col tempo. Studenti Per ha scoperto presto le delizie della famiglia allargata, potendo godere delle congrue attenzioni e delle cospicue mance dei due genitori separati. Papà PD e mamma CGIL, infatti, non lesinano nel dimostrare l’affetto per il figlio prediletto: la loro sede di via Loredan è di proprietà del PD, e a pagare l’affitto è la CGIL. Lo stesso sindacato, del resto, è quello che salda il conto della campagna elettorale di questo periodo: locandine patinate, manifesti a colori, flyer cartonati degni di una disco della Bassa Padovana, per non parlare delle borse e degli altri mirabolanti gadget con cui credono di comprarsi i vostri voti.

È plausibile che, dopo così tanti regali, un figlio così ben pasciuto e completamente dipendente dai genitori possa mai recidere il cordone ombelicale, rendersi autonomo o, addirittura, decidere con la propria testa?

La risposta è già stata data dai fatti: nonostante le battagliere dichiarazioni sui giornali, quando è stata ora di decidere sulla proroga della poltrona di Rettore per Vincenzo Milanesi, aderente alla Margherita e poi al PD, e in odore di candidatura alle prossime elezioni europee, la rappresentante di Studenti Per in Senato Accademico non ci pensò due volte. Tra la difesa dello Statuto dell’Università e quella della poltrona di Milanesi, scelse la seconda.

Le interferenze tra partito e rappresentanza non si contano: per non togliere tempo alla campagna elettorale per le politiche, hanno spinto per rimandare di un anno le elezioni universitarie, lasciando i consigli vuoti in un momento delicatissimo come il cambio d’ordinamento.

Del resto, come si può pensare che chi candida in Senato Accademico 3 dirigenti della struttura giovanile del Pd su 5, possa negare un favore al Rettore amico? Talvolta si arriva a decisioni gravi che influiscono pesantemente sulla vita degli studenti: pur di non opporsi a Milanesi, Studenti Per ha approvato addirittura la deroga alla soglia minima di 5 appelli all’anno per Ingegneria. Insomma, gli studenti di quella facoltà sanno chi devono ringraziare (l’unico a opporsi è stato Il Sindacato degli Studenti) quando un professore nega un appello d’esame.

Mandano delegati alle riunioni dei Giovani Democratici sostenendo che «il Partito democratico sarà quello che darà le risposte politiche» sull’università (alla faccia dell’autonomia del sindacato), passano le mattinate a sistemare le transenne per il comizio del povero Veltroni… è normale che non trovino il tempo per scrivere un programma per l’università. Del resto, perché sbattersi, se basta copiare quello del Sindacato degli Studenti?

Scegliete l’originale, diffidate delle imitazioni!

Annunci

One Response to STUDENTI PER

  1. Nelle ha detto:

    feb27Agorafobia Odio Pulp Fiction y odio toda la bazofia que pueda crear o copiar (con muy mal gusto) el señor Tarantino. Muy sobrevalorado por los gringos, también no me agrada las películas de Woody Allen, siempre son lo mismo. Y por supuesto odio a la gente que lo aclama, simplemente quedan en el ridículo. Solo mencionar dos pelìculas europeas en la lista es un mal chiste. Además esta lista no especifica si es de guiones originales o guiones adÂÃtados.a¿Dp³nde está The Searchers?¿Dónde está Vértigo?Por citar algunas clásicas.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: